You are now being logged in using your Facebook credentials

gualtieri2017 morselli
SERVIZIO FOTOGRAFICO - CLASSIFICA GENERALE
Sul sito della società Gualtieri 2000, organizzatrice dell’evento, sta ancora la classifica dell’ultima 21 km disputata per Pasquetta, nel 2010: 205 arrivati, dieci africani (più o meno naturalizzati) nei primi dieci posti, primo italiano Emanuele Zenucchi, 11°, poco avanti a Mohamed Hajjy che fa tuttora incetta di gare a basso coefficiente di difficoltà. Tra le donne, una Giovanna Ricotta e una Sonia Lopes, che mica vinsero!

E pensare che qualcuno dei presenti oggi non si immaginava nemmeno cosa succedesse, almeno dagli anni Novanta, quando dopo la non competitiva del mattino ci mettevamo a tavola, nel mezzo della piazza Bentivoglio (un quadrato, dice la lapide, di cento metri esatti di lato: strano che quando la costruirono, i metri non esistessero ancora!), e alle 13 partiva la 10 km femminile, alle 14,30 la 21 km su 3 giri in circuito.

Allora giravano più soldi, di sicuro. La novità di quest’anno è stata di allestire, oltre alle non competitive di 5 e 10 km (direi, abbastanza partecipate, anche dalle scuole), una gara definita pomposamente “trail competitivo”: definizione che scandalizzerebbe le vestali del trail, secondo cui dicesi trail laddove perlomeno si è a rischio di cadere in un burrone, ma che – insomma – va di moda, ed è stata usata due mesi fa a Carpi per una campestre serale con dislivello complessivo di 33 metri su 23 km.

Attenzione però che chiamare trail una corsa è un’arma a doppio taglio: può attirare gli affezionati del settore, ma in casi come questo non tanto, appunto perché non ci sono burroni o discese ardite o mulattiere sassose; e però può scoraggiare le giraffine dal collo corto, gli stradisti che vanno volentieri, qualche volta, a correre sullo sterrato, ma che di fronte al nome “trail” (o “trial”, che per molti è la stessa cosa), e ai 12/15 euro da pagare di iscrizione, decidono di restarsene sugli asfalti. Il risultato sono stati i 133 iscritti al trail di oggi (con cinque o sei fotografi a ritrarli!), dunque ancor meno dei 205 competitivi a Gualtieri di 7 anni fa.

Ero tornato volentieri da queste parti, dopo tanti anni, ritrovando le atmosfere non solo di Laccabue/Ligabue, che qui passava i suoi giorni quando non era in manicomio, ma anche di Guareschi (Brescello è a due passi; la stazioncina di Gualtieri è quella dove la banda comunale salutava don Camillo in partenza, o dove Peppone, appena partito per Roma, si pentiva e scendeva dal treno per tornare a Brescello su una bici prestatagli dal reverendo); gli stradoni alberati che portavano ai ponti di barche, i capanni di legno dove un tempo si ballava e si beveva in amicizia, poi magari sotto le frasche si concepivano i figli, inaspettati eppure accettati previo rapido matrimonio riparatore; e la sabbia fine del Po su cui prendevamo il sole dopo il bagno (fatto nel ’74, e mai più; adesso purtroppo il bagno in Po lo fanno solo gli extracomunitari, e una è annegata pure oggi a Boretto).

Oltre all’atmosfera, c’era qualche compagno di gare antiche (qualcuno non corre più, qualche altro fa la non competitiva, Nerino e Morselli fanno le foto), coi quali poi condividere il terzo tempo nel rituale pranzo in piazza, 15 euro per un pasto completo, 7 o 10 per razioni minori (buonissimi i tortelloni e il maiale alla piastra); e vai a discutere di dopati, se sono il 50 o il 100 o lo 0,1%, e quella volta Conconi mi disse che a Saint Moritz…, e il ricambio del sangue, e poi Barbi che passò da 2.40 a 2.10 e Calcaterra si rifiutò di andare sul podio con lui, e Accorsi nel suo romanzo ha dipinto chiaramente un collega che si bombava, e poi quella tale che quando la Fidal istituì i controlli è sparita, e poi quello che dopo le gare rifà il giro del tracciato a recuperare le sue bibite speciali, e Italo che non ha pubblicato le foto delle pastiglie lasciate a terra alla partenza di una maratona qui vicino, che anche i piccioni le schifavano, e noi che quando dopiamo i cavalli loro non sudano, esattamente come faceva quel tipo quando arrivava al traguardo di una 100 km…

Insomma, direbbero i Nomadi dalla vicina Novellara, si discute delle rivoluzioni mai vissute, e di carriere morte nel bicchiere… E anche della corsa, ovviamente, che si presentava come una sorta di riedizione dell’estinta Caminada cun i amigh dla Tajada, lasciando ancora nell’aria il profumo della polenta arrostita col lardo sopra. Tout passe, tout casse, tout lasse, tout se remplace.

Partenza con un quarto d’ora di ritardo, con la scusa fantasmagorica di una fiera-mercato che occupava le strade (i caradoni del Po?), così faccio in tempo a cambiarmi le scarpe: pensavo di usare quelle normali da strada ma qualcuna mi avverte di spiagge fangose e corde con cui tirarsi su, allora mi convinco in extremis alle scarpe da trail.

Precauzione del tutto immotivata: i primi 7-8 km riprendono il modello di Tagliata e di altre corse reggiane sul Po, col vantaggio che il clima è più gradevole (circa 15 gradi): argini, arginelli, pioppeti, malghetti in via di crescenza, un ristoro di sola acqua al km 6, qualche tratto di avant-indré con richiami lanciati dall’una all’altra parte della contesa. Segnatura più che sufficiente, sbandieratori (senza bandiere, ma efficaci) nei punti in cui eravamo tentati di adagiarci sull’asfalto e invece c’era da scendere tra le zolle. Poi comincia il tratto più trail (quelli di Roccamalatina mi scuseranno per l’accostamento improprio) , una discesa fino in riva al fiume, affondando in una sabbia finissima; una risalita di tre metri con la mitica corda annodata, poi un paio di km su una pista sabbiosa, infine su e giù per l’argine, con fondo abbastanza sconnesso; tutto esercizio, come dicono i tecnici, di sensibilità propriocettiva.

Secondo ristoro, più fornito, al km 14: Paolo Manelli, glorioso fondatore della maratona di Reggio, e ostinato frequentatore del Monte Bianco, mi accuserà di non essermi fermato al ristoro pur di non farmi raggiungere da lui. Posso replicare con una frase di Tommaso Minerva su un Podisti.net di quindici e passa anni fa (cito a memoria): “Fabio Marri è l’unico podista che non rallenta ai ristori, ma accelera nel mentre commenta la qualità del tè”.

I campanili delle chiese sotto l’argine scandiscono le ore, mentre noi ci presentiamo di nuovo alla piazza Bentivoglio, dopo 17,300 km e ben 39 metri di dislivello, più o meno mentre stanno premiando i maschi (per le donne bisogna aspettare che arrivino, e siccome ne premiano 15, mi sa che vadano quasi tutte a premio). Sento fare anche il nome di Gelosini, uno che stava pure nella classifica della 21 del 2010.

Docce a duecento metri e tendenti al freschino (per fortuna che eravamo solo 133, di cui la metà non fa la doccia); pacco gara ricco, salvo la bottiglia di vino che spetta solo ai non competitivi, oppure è in vendita a 2 euro (ma al pranzo, un bicchiere di quello stesso vino costa 1 €).

Denominazione discutibile, insomma, ma esperienza positiva per chi l’ha corsa. Per chi l’ha organizzata, si capirà l’anno prossimo.

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

I più letti del mese

A Correggio, apoteosi e dramma sfiorato

09 Ott, 2017 Fabio Marri - Direttore di Podisti.Net

Milano – 13^ Deejay Ten

08 Ott, 2017 Rodolfo Lollini – Redazione Podisti.net

Tragedia a Parma: deceduto Luigi Liuzzi, podista pugliese

16 Ott, 2017 Roberto Annoscia - Redazione Podisti.net

Berlin Marathon: l’allenamento di Eliud Kipchoge

20 Set, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Berlin Marathon: vincono Kipchoge e Cherono, record mondiale F45 per Bertone

24 Set, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Berlino: ma dov’è finita tutta la tecnologia di Monza?

27 Set, 2017 Rodolfo Lollini – Redazione Podisti.Net

Siamo vicini a Monica Casiraghi

30 Set, 2017 Fabio Marri - Direttore Podisti.Net

Berlino: il record del mondo di Catherine Bertone

24 Set, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Cremona - 16^ Half Marathon Cremona

16 Ott, 2017 Comitato Organizzatore

Continua la maledizione: Luisa Zecchino investita a Massafra!

16 Ott, 2017 Roberto Annoscia - Redazione Podisti.Net

Cosa penso della Deejay Ten e di Linus

11 Ott, 2017 Rodolfo Lollini – Redazione Podisti.net

Chicago (USA) - 40^ Chicago Marathon

08 Ott, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Una nuova Semenya alla mezza di Treviso?

11 Ott, 2017 Fabio Marri - Direttore Podisti.Net

Breno (BS) – campionato italiano master di mezza maratona

03 Ott, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Agropoli (SA) - Campionati Italiani di Mezza Maratona

17 Ott, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Monza, una “mezza” tra corsa e nuoto

20 Set, 2017 Loris Mandelli

Maratona di Berlino: sarà record del mondo?

22 Set, 2017 Pasquale Venditti - Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Cremona Half Marathon: tengono i numeri, migliora la qualità

16 Ott, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

René Cunéaz: primo italiano a Berlino

29 Set, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Taneto (RE) 41^ Marcialonga - Maratonina dal Buter e dal Formai

24 Set, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Sono io la Semenya di Treviso

13 Ott, 2017 Michele Corrado

Vimercate (MB) – 17^ Stravimercate

08 Ott, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Parma Marathon, pensando a Luigi

16 Ott, 2017 Fabio Marri - Direttore Podisti.Net

I teatrini degli abusivi

13 Ott, 2017 Natalina Masiero

L’acido lattico: identikit del grande nemico del podista

27 Set, 2017 Centro Ricerche e Studi Cutered Laboratoire di Modena

La maratonina di Crema strizza l’occhio alle donne

04 Ott, 2017 Ufficio Stampa Maratonina di Crema

Monza - Campionato Italiano Bancari

17 Ott, 2017 Dario Bacis

Caso Tamberi: un’altra occasione persa dalla FIDAL

23 Set, 2017 Rodolfo Lollini – Redazione Podisti.Net

I favoriti ed i più forti italiani della 2017 TCS New York City Marathon

13 Ott, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Mondiale di corsa in montagna: squalificato Mamu, Puppi campione del mondo

29 Set, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Schiranna (VA) - Giro del lago di Varese

25 Set, 2017 Comitato Organizzatore

Cesano Maderno (MB) – 10^ Corrincesano – 8^ tappa Corrimilano

25 Set, 2017 Comunicato Stampa Corrimilano

Trento Half – Mille con record

03 Ott, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Trento - 7^ Trento Half Marathon

01 Ott, 2017 Ufficio stampa

Amsterdam (NED) - 42^ Amsterdam Marathon

16 Ott, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Pavia – 15^ Corripavia

01 Ott, 2017 Ufficio Stampa Corripavia Half Marathon

Gravellona Toce (VB) – 22^ MezzaMaratona del VCO

24 Set, 2017 Ufficio Stampa Evento

Trani (BT) - Tranincorsa 2017 Half Marathon

04 Ott, 2017 Roberto Annoscia - Redazione Podisti.Net

Parma - 2^ Parma Marathon

15 Ott, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Cavriago (RE) - 35° Gir di Pos

02 Ott, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Putignano (BA) - 7^ Putignano on the road

26 Set, 2017 Roberto Annoscia - Redazione Podisti.net

Panetta fa ancora il pienone

11 Ott, 2017 Davide Viganò - FIDAL Milano

Domani la 6^ Cinisello di Corsa, 9^ prova del Corrimilano

30 Set, 2017 Comunicato Stampa Corrimilano

Bertone come Radcliffe…

25 Set, 2017 Daniele Martinelli

Telese Terme (BN) - 3^ Telesia Half Marathon

08 Ott, 2017 Ufficio Stampa Evento

Il 29/10 sarà un Montestella più economico, verde e creativo

27 Set, 2017 Rodolfo Lollini – Redazione Podisti.Net

Login Redazione

 

Foto Recenti