You are now being logged in using your Facebook credentials

Week-end ricco di emozioni per gli atleti della No al doping. Sabato pomeriggio ha preso il via a Firenze la famosa 100 km del Passatore. Ultramaratona, sulla distanza appunto di 100 km, cui hanno partecipato Cosimo Azzollini, Claudio Cappello, Angelo Cassarino, Lorena Di Vita, Massimo Ferlanti, i fratelli Gianni e Flavio Giaquinta, Angelo Panagia e Flavio Sortino. Fra loro, solo cinque sono riusciti nella grande impresa. Il primo del gruppo è stato il ragusano Flavio Giaquinta, che, con una splendida prestazione, è arrivato 225° con il tempo di 10h50’53”. A seguire il vittoriese Angelo Panagia, 376° in 11h35’31” e, ancora, i ragusani Angelo Cassarino in 12h43’31”, Giovanni Giaquinta in 14h54’38”, Claudio Cappello in 15h25’20”. Non hanno portato a termine la gara invece Cosimo Azzollini, Massimo Ferlanti, Flavio Sortino e Lorena Di Vita. Rimane un po’ di rammarico per quest’ultima che si è ritirata proprio al 90 km e che partecipava per la prima volta a questa difficile gara.

 

Queste le dichiarazioni dei due protagonisti iblei:

 

“Questa è la gara dell’amicizia”, ha dichiarato Flavio Giaquinta, “Perché è una gara che si corre insieme, trovando un partner da tirare o da cui farsi tirare… la competizione diventa veramente solo contro se stessi e la compagnia diventa un elemento fondamentale. Io ho corso tutta la gara con Orazio Maggio, atleta della A.S. Dil. Lib. Running di Modica e devo ringraziare anche lui per questa bellissima esperienza ricca di sofferenza ed emozioni. Ho corso con un passo inziale di 5:20, quindi ho rallentato nella parte centrale e nel finale ho chiuso ancora con un passo di 5:20. Mi sono divertito tantissimo e sono veramente felice di aver corso per la terza volta questa bellissima gara.”

 

“È una gara bellissima, organizzata bene, in posti bellissimi con paesaggi da favola”, ha dichiarato Angelo Panagia. “Correvamo costeggiando le rive dei fiumi e abbiamo trovato lungo il percorso tanta festa e tanta gente che ci stava vicino. Nessun problema, nessun dolore, mi sono alimentato solo con tanta acqua, bibite e qualche piccolo integratore naturale. Alla fine mi sono lasciato andare sorpassando molti atleti e concludere la gara senza problemi e con le gambe fresche mi ha dato una bellissima sensazione.”

 

Nello stesso sabato si è corso, a Ibla, il Palio dell’alloro, competizione podistica sui 2,030 km, organizzata dalla No al doping e vinta dal forte atleta Alberto Amenta della Libertas Scicli e da Elisa Simonelli della No al Doping.

 

Domenica invece giorno di Grand Prix regionale col quarto trofeo Madonna del Rosario a Rosolini. A primeggiare per la No al doping Enzo Gianninoto, trentunesimo assoluto col tempo di 39’23’’. A seguire Davide Guastella in 42’58’’, Vincenzo Bonomo in 45’02’’, Giovanni Macca in 53’46’’ e Francesco Lumiera in 58’48’’.

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti