You are now being logged in using your Facebook credentials
Siamo solo alla seconda edizione, ma il bilancio è ricco di soddisfazioni per questa gara di 10 chilometri che si svolge nello splendido scenario di una delle riviere più belle d'Abruzzo, su un percorso chiuso al traffico, pianeggiante e suggestivo, un andata e ritorno sulle rinnovate ciclabili di Alba Adriatica e Tortoreto Lido.
Oltre 400 i partecipanti alla competitiva, che hanno preso il via all'estremo nord del Lungomare Marconi in una mattinata fortunatamente risparmiata dal maltempo, con cielo parzialmente coperto e temperatura ideale per la corsa. 
Pronti, via ed il lungo serpentone si è prontamente snodato, lungo la ciclabile, purtrop po in alcuni tratti disturbato da cocciuti vacanzieri i bici o in tenuta da mare che provenivano in opposto senso di marcia, insensibili e sordi ai richiami dei numerosi addetti posizionati lungo il tracciato.
Tutto questo non impediva, comunque, ai più forti di prendere il largo e già al giro di boa il marchigiano Andrea Falasca Zamponi e l'aquilano Biniyam Senibeta Adugna avevano un discreto vantaggio sul diretto inseguitore, l'operatore ecologico di origine siciliana Francesco Raia.
In vista del traguardo, il professorino marchigiano notava impercettibili cenni di cedimento dell'abruzzese e, con un potente ed improvviso allungo, sul rettilineo d'arrivo andava a vincere a braccia alzate in 31'42" con 9 secondi d'anticipo sull'avversario. 
Dietro di loro manteneva facilmente la terza posizione Raia in 32'56".
Nella prova femminile si è assistito alla netta vittoria della fuoriclasse Marcella Mancini in 36'43" davanti alla barista locale Valentina Vannucci (40'53")  ed alla giovane ascolana Cecilia Capriotti (42'09"). 
                                                 Vittorio Camacci
facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti