You are now being logged in using your Facebook credentials

In una domenica podistica in cui sono previste una dozzina di gare in tutta la Regione, decido di prendere parte per il terzo anno consecutivo a questa manifestazione, che anno dopo anno sta avendo sempre più successo, facente parte del criterium societario e che è valida come 7^ tappa delle undici del Cortocircuito Run.

 

Obiettivo personale della gara è migliorare il 45’43” di due anni fa, anche se non sarà facile per via della conformazione del percorso, dato che è tutto di saliscendi, più o meno lunghi.

 

Dalle 9.15, ci sono le varie gare dei bambini dai 100 ai 1000 metri, divisi in base all’età.

 

Pochi attimi dopo le 10, avviene la partenza, con una temperatura di circa 20° ed un cielo che si è aperto.

 

Nel primo km, quasi esclusivamente in discesa, faccio fatica a frenare le gambe e difatti lo faccio sotto i 4min/km; non faccio fativa, ma temo di non averne nel finale e quindi cerco di non andare al massimo.

 

I tratti in piano sono veramente pochi, nei tratti più impervi la mia andatura è sui 4e40 al km.

 

Appena dopo il 5°km, c’è il ristoro con sola acqua, dove ripassiamo in senso contrario verso il 7°km, dopo aver effettuato un giro di boa.

 

Faccio un altro km sotto i 4’, forse ispirato dalla lotta per il 2° posto femminile a cui assisto da vicino dal 4° km al traguardo.

 

Non so se ne ho ancora e, allora, poco prima della salita dei 400 metri finali, mi supera la quarta donna e io, a mia volta, supero un altro runner.

 

Concludo la mia gara con il real time di 41’19”, migliorando di oltre 4 minuti il mio best di questa gara, al 60° posto assoluto sugli oltre 300 arrivati.

 

I vincitori risultano essere Rafal Nordwing (LBM Sport), con il tempo di 32’15” e, 47^ assoluta, Irene Ruzza (Colleferro Team) con il tempo di 40’26”.

 

Per quanto riguarda le società, al primo posto il Sempre Di Corsa Team con 38 arrivati; al secondo posto la Podistica Solidarietà con 35, al terzo la Running Evolution con 34.

 

Alla fine ci aspetta un lauto ristoro, dolce e salato, con perfino un pasta party ed assaggi di carne grigliata.

 

La manifestazione meriterebbe numeri ancora maggiori di arrivati; l’unico appunto che si potrebbe fare è magari un rilevamento intermedio in prossimità del giro-boa prima del 6° km.

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti