You are now being logged in using your Facebook credentials
La Fidal ha deciso oggi che, dal 2014, possano diventare "Campioni Italiani" anche coloro che italiani ancora non sono, certo occorrera' avere determinati requisiti, ma a chi vi scrive sembra una fuga in avanti non condivisibile.
Se vogliamo proprio entrare nel merito della questione, passi per gli stranieri residenti nel nostro Paese che siano tesserati continuativamente con una società italiana dalla categoria Allievi, passi per gli stranieri che hanno già maturato o stiano maturando i requisiti per l’acquisizione della cittadinanza italiana, ma non dovrebbe passare assolutamente, a mio avviso, che possano diventare Campioni italiani coloro che hanno manifestato la propria volontà di richiedere la cittadinanza alla maturazione dei requisiti necessari, ma dai... secondo me è uno scherzo.
No caro Giomi, non sono d'accordo, ma vediamo come la pensano gli altri podisti, abbiamo preparato un piccolo sondaggio senza l'ausilio di Mannheimer...

Comunicato stampa della Fidal
Il Consiglio federale ha approvato un pacchetto di modifiche ai “Regolamenti dell’attività 2014”.
La più rilevante riguarda la partecipazione degli atleti stranieri ai Campionati federali: viene esteso ai Senior quanto già previsto per le categorie giovanili (fino alle Promesse incluse), ovvero, potranno partecipare a pieno titolo, conquistando anche la maglia di campione italiano assoluto, gli stranieri residenti nel nostro Paese che siano tesserati continuativamente con una società italiana dalla categoria Allievi (16 e 17 anni); abbiano già maturato o stiano maturando i requisiti per l’acquisizione della cittadinanza italiana; abbiano espressamente manifestato la propria volontà di richiedere la cittadinanza alla maturazione dei requisiti necessari.
Gli atleti che soddisfano queste precondizioni (raccolte nell’articolo 4 del Regolamento, nella parte delle Disposizioni generali), acquisiscono la condizione di “Italiani equiparati”, e la conservano fino all’ottenimento della cittadinanza italiana. “E’ una scelta di civiltà, oltre che coerente con il percorso dell’atletica – le parole del presidente federale Alfio Giomi – visto che nel nostro sport, gli stranieri residenti sono ammessi da anni ai Campionati individuali giovanili.
Dal prossimo anno, soddisfatte le condizioni, lo saranno anche nei campionati assoluti”.
 
facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items