You are now being logged in using your Facebook credentials

Come promesso, la FIDAL ha radunato le sue truppe al Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti dell’Acqua Acetosa dal 22 al 24 ottobre: i 36 atleti dell’Atletica Elite Club si sono incontrati con il Presidente Alfio Giomi e il D.T. Elio Locatelli per programmare l’attività 2018.

ELENCO_ATLETI ELITE CLUB (PDF)

Tre giorni intensi, con interventi dell’avvocato Guido Valori sul problema della reperibilità, del professor Paolo Benini docente di psicologia, sulla motivazione e la gestione di se stessi, e  del professor Andrea Billi, responsabile della struttura medica, sulla prevenzione degli infortuni e sulla rieducazione, vera priorità della nostra nazionale.

 

L’astista Sonia Malavisi, dopo la frattura da stress alla tibia destra, è ferma per sovraccarico allo scafoide; Giordano Benedetti ottocentista è stato operato al piede sinistro; la maratoneta Veronica Inglese sta guarendo da una microfrattura al sacro; il triplista Daniele Greco è in rieducazione dopo l’operazione al tendine; il lunghista Marcel Jacobs  sta curando il ginocchio con infiltrazioni di acido ialuronico e  riprende come velocista; Libania Grenot è in Italia per rinforzare il ginocchio poi tornerà in Florida. Sembra un bollettino di guerra, senza dimenticare tutti i reduci da infortuni del club.

 

In linea di massima ci saranno due capitani, Fabrizio Donato e Gianmarco Tamberi.

 

Nella velocità, punta di diamante nei 200 Filippo Tortu.

 

Nei salti, sotto la guida del professor Claudio Mazzaufo,  ci saranno quattro centri di specializzazione del salto in alto: a Roma Fassinotti sotto la guida di Stefano Serrano, ad Ancona Tamberi e Trost , a Bergamo Rossit, e a Modena Chesani.

 

Per l’asta ci sarà il professor Vitaly Petrov.

 

Per la maratona, a Daniele Meucci, Valeria Straneo e Veronica Inglese sono stati aggiunti, portando il Club a 38, Eyob Faniel dopo la vittoria di Venezia (2h12’16”) e Catherine Bertone dopo la MPI mondiale F45 (2h28’34”); gli altri nominativi verranno diramati dopo le maratone di Roma e Milano dell’8 aprile.

 

Il Club infatti non è chiuso, gli atleti più promettenti sono sotto costante monitoraggio, come Laura Strati nel lungo o Simone Falloni nel martello, con particolare attenzione al settore giovanile di Stefano Baldini da cui è stato appena prelevato Yohanes Chiappinelli.

 

Come ha detto Giovanni Malagò durante la sua visita agli atleti: “L’Atletica per il CONI è fondamentale. Un paese sportivo importante come l’Italia non può permettersi che l’Atletica sia meno che protagonista”.

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti