You are now being logged in using your Facebook credentials

NB Zante V3

Marca e Modello

New Balance Fresh Foam Zante V3

Modello precedente : Zante V2

Specifiche tecniche principali        

Categoria : Performance

Differenziale/drop (tallone/avampiede) : 6 mm

Peso : 240 gr (peso rilevato per taglia EU 42,5)

Utilizzo principale previsto

Allenamenti e gare su strada a ritmi veloci su tutte le distanze fino alla maratona

Per atleti di peso leggero e medio caratterizzati da un appoggio neutro alla ricerca del mix ideale tra reattività ed ammortizzazione

Il mio parere in un flash

La velocità del lusso.

Questo è il primo pensiero che mi è balzato in mente quando mi sono trovato in mano quel gioiellino di scarpa che è la New Balance Fresh Foam Zante V3.

Si tratta di una scarpa che ha in se tutte le caratteristiche di una scarpe performante ma con finiture di altissimo livello che ne fanno un prodotto con una personalità direi unica. Ci si trova infatti a calzare una scarpa leggera (…ma non troppo) veloce e reattiva quasi come una racer pura ma con un livello comfort globale nettamente più elevato, quasi da scarpa massimo ammortizzamento.

Il buon risultato generale è garantito dalla ormai affermata intersuola New Balance Fresh Foam, unito alla suola continua a battistrada esagonali oltre che da superbe zone di contatto con il piede . In particolare la zona achillea e la zona collo piede si trovano avvolte in tessuti tecnici, flessibili, traspiranti ed in grado di assicurare il giusto grado di contenimento senza mai essere minimamente invasivi o predisporre a fastidiose abrasioni …come invece ho recente sperimentato con calzature dall’immagine racing sicuramente accattivante (e per me motivante) ma tornate mestamente in scatola dopo il primo utilizzo e le prime inaspettate vesciche.

        

Informazioni generali

Intento del fabbricante :

Creare una scarpa neutra, per uso su strada, dal peso contenuto, molto confortevole, sufficientemente protettiva oltre che dotata di una ottima reattività in modo da dare il meglio di se a ritmi medi e medio/veloci in gare anche di lunga distanza dove il confort può aiutare l’atleta a mantenere un elevato livello della prestazione.

Il tutto per atleti di peso fino a medio.

A mio personale parere il peso massimo dell’atleta per sfruttare al meglio per la Zante V3 è 75 kg. Atleti più pesanti potrebbero percepire scarsa ammortizzazione, appoggi “duri” ed una sensazione di scarsa portanza con conseguenti leggeri cedimenti nelle zona di massima pressione in fase di appoggio.

Tomaia

La tomaia della Zante V3 è un piacere da osservare e da indossare.

Ci si trova in un “salottino” per il piede.

La zona di contatto con il tendine di Achille è morbida senza essere cedevole.

La zona che avvolge il collo del piede, aderente e confortevole come un calzino, grazie anche alle fasce laterali di contenimento, non limita in nessun modo i movimenti del piede e nel contempo dona una rassicurante sensazione di corpo unico tra scarpe e piede.

L’efficace disposizione dei fori di traspirazione (piccoli lateralmente e molto più ampi nella parte superiore) garantisce una ottima traspirabilità senza intaccare la consistenza e la capacità di contenimento della tomaia.

Stringhe semipiatte ben distribuite che agiscono su una linguetta stabile, morbide e flessibile sono la ciliegina sulla torta della porzione superiore della Zante V3, veramente una zona ineccepibile della scarpa.

Struttura / intersuola / suola

Drop 6mm. Avampiede : nd – Tallone : nd

Geometria da falsa minimalista questa Zante V3.

Abbiamo infatti un drop basso e (nel contesto delle scarpe performanti) una generosa intersuola in schiuma EVA a singola densità : il noto New Balance Fresh Foam che tanti plausi ha riscosso in questi anni sui vari modelli in cui comparso.

Nella Zante V3 gli esagoni laterali sono stati riconfigurati in modo da lavorare in maniera meno cedevole fornendo così, a mio parere, una maggiore reattività rispetto alla Zante V2 a discapito però di una ammortizzazione leggermente inferiore, Quest’ultima percepibile soprattutto in zona tallone.

La singola densità dell’intersuola della nella Zante V3, seppur a prima vista possa sembrare una mera semplificazione costruttiva della scarpa, unita ad una geometria adeguata, rappresenta una soluzione in grado di assicurare un impagabile feeling a terra regalando le sensazioni di una corsa naturale con il piede libero di cercare la propulsione, che spesso e volentieri rappresenta la vera essenza della corsa, ciò che tutti noi runners ricerchiamo, tapascioni o meno.

La suola a tutta superficie grazie alla zona mediale a pieno contatto con il terreno, è in grado di assicurare una buona dose di stabilità utile soprattutto in condizioni di gambe e piedi stanchi, magari sul finire di una gara tirata.

Ho anche sperimentato nella Zante V3 la capacità di assicurare, sul suo terreno ideale quale è l’asfalto, un ottimo grip sia in condizioni di asciutto che su strada bagnata. Il tutto corroborato da una buona resistenza alla abrasione e durata della suola.

Primo contatto

Il piede viene accolto, anzi direi fasciato, con una gentilezza tale da far sembrare che si stia da sempre indossando la Zante V3. Ci si dimentica di essere al primo utilizzo e si sentono la scarpe subito proprie ….quale miglior inizio!

Ottimo l’appoggio del piede sul plantare ben sagomato, il tallone è avvolto ma non bloccato, la caviglia è libera di muoversi e netta è la percezione del basso (non bassissimo) drop. Per chi lo ama e ci è abituato, con il drop 6 mm sarà un ritrovarsi nelle migliori condizioni per la ricerca della performance. Per chi non è avvezzo raccomando un approccio cauto e dolce, nel rispetto dei nostri amati achillei.

L’unico appunto che mi sento di fare alla Zante V3 è relativo alla zona dell’avampiede.

Io, che amo sentire le dita moderatamente libere di lavorare alla ricerca della massima stabilità, avrei preferito un maggiore spazio trasversale disponibile in questa area della scarpa.

Via ragazzi … pronti per il primo passo nelle Zante V3.

Sensazioni all’utilizzo

Al contatto con la strada si coglie con piacere l’ampia superficie di appoggio a terra. Questa è per me, che prediligo sempre e comunque un buon livello di protezione e stabilità, la situazione ideale per andare alla ricerca della velocità e di appoggi rapidi in condizioni di sicurezza fisica e psicologica consapevoli di avere ai piedi la scarpe giusta per ciò che si sta facendo.

Sperimento con piacere, passo dopo passo, grande flessibilità, la buona reattività ed un’ammortizzazione (seppur, come detto, lievemente inferiore rispetto alla precedente Zante V2) nettamente superiore alla media delle dirette concorrenti scarpe performanti, sia in zona tallone che in zona avampiede.

Il tutto, coadiuvato dal drop basso, rappresenta per me la condizione ideale per sfruttare al meglio la Zante V3 a tutta birra…di fatto il suo terreno ideale.

La transizione risulta facile. Soprattutto chi corre naturalmente in avampiede a buoni ritmi, sperimenterà la condizione ideale tra prestazione e confort.

Ritengo infatti che con i tempi di contatto a terra tipici di un ritmo vicino ai 4’/km (o meno) il livello di ammortizzazione e stabilità garantita dalla Zante V3 sia al top del mercato della fascia “performanti”.

L’unico limite che ritengo vada rispettato con Zante V3 riguarda il peso dell’atleta.

Per me il limite ideale per godere in tutta sicurezza dei plus della Zante V3, è 75 kg.

Oltre questo valore è opportuno andare su calzature leggermente più strutturate rinunciando a parte del grande feeling che Zante V3 sa regalare. Questo a vantaggio di una maggiore protezione in relazione alla massa dell’atleta.

Ciò, a mio parere, non deve essere però considerato un limite della Zante V3 ma altresì una scelta ragionata di New Balance nel proporre un bel prodotto mirato per un certo tipo utilizzo. Un utilizzo comunque ad ampio spettro se visto nelle sue varie sfumature.

L’obbiettivo chiaro, con la Zante V3, è massimizzare la soddisfazione d’uso ed i ritorni per l’utente in termini di performance globali e feeling. Questo senza per forza adattarsi a tutti e a tutto…Come dire : la scarpa giusta per il giusto impiego.

Basta un minino di attenzione e spirito critico nella scelta ….Buona corse!!!

Plus

Struttura e peso ideali per un utilizzo brillante sia in gara che allenamento

Confort e stabilità ottime per atleti di peso   fino a medio

Ottima reattività affiancata da ammortizzazione   di alto livello in relazione alla destinazione d’uso

Finiture impeccabili

Minus

Zona avampiede con spazio ridotto (in particolare   per piedi a pianta larga o per chi ama ampi spazi in zona metatarso)

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

I più letti del mese

TCS New York City Marathon 2017: elenco degli italiani, siamo a 568

31 Ott, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

New York 2017: la classifica di tutti gli italiani

10 Nov, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

TCS New York City Marathon 2017: gli italiani saranno 3002

31 Ott, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

L’Atletica Casone Noceto parteciperà alla Coppa Europa di Club di Cross

02 Nov, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

New York: gli italiani nei 100

05 Nov, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Povere piste di atletica

11 Nov, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

I favoriti ed i più forti italiani della 2017 TCS New York City Marathon

31 Ott, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Verona - 16^ Verona Marathon

19 Nov, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Diario da New York con video: è finita...

05 Nov, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Lodi – 3^ Laus Half Marathon

30 Ott, 2017 Ufficio Stampa Laus Half Marathon

Calendario mezze maratone in Lombardia, sempre peggio?

15 Nov, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Francoforte (GER) - 36^ Frankfurt Marathon

29 Ott, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Riva del Garda (TN) – 16^ Move It Garda 21K Arcese

13 Nov, 2017 Ufficio Stampa Evento

Antidoping: arrestato il Campione Europeo dei 5.000, lo spagnolo Ilias Fifa

26 Ott, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Mezza di Crema: vincono Koech e Bottarelli, Raineri e Bottarelli campioni regionali

19 Nov, 2017 Comitato Organizzatore Maratonina di Crema

Maratona tutta sui tacchi: ma non chiamatela corsa

07 Nov, 2017 Rodolfo Lollini – Redazione Podisti.net

Milano - XV° Trofeo Montestella - Memorial Cristina Lena

30 Ott, 2017 Ufficio Stampa GS Montestella

Busto Arsizio (VA) - 26^ Maratonina Città di Busto Arsizio

13 Nov, 2017 Comunicato Stampa Società Organizzatrice

A Nuova Delhi debutterà in mezza maratona Almaz Ayana

02 Nov, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Hangzhou Marathon (CHN): ottavo Yassine Rachik in 2h14’55”

05 Nov, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Levico Terme (TN) - 7° Cross della Valsugana

06 Nov, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Copiare gli allenamenti costa dai 24.000€ in su…

14 Nov, 2017 Rodolfo Lollini - Redazione Podisti.Net

New York: prime partenze, pochi VIP e previsioni del tempo

31 Ott, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Maratona di New York: vincono Kamworor e Flanagan

05 Nov, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Storia della New York City Marathon

02 Nov, 2017 Stefano Severoni

Gruppo Podisti.Net in viaggio verso New York, aggiornamenti

02 Nov, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Abbiategrasso (MI) – 2^ Rotary Marathon dei Navigli

25 Ott, 2017 Comitato Organizzatore

Almè (BG) – La corsa sulla Quisa

01 Nov, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Doping: sospeso Lhoussaine Oukhrid

31 Ott, 2017 Roberto Annoscia - Redazione Podisti.Net

New York: ecco i video in rete dedicati agli italiani

01 Nov, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Brugherio (MB) - 2° Cross Increa Stadium

13 Nov, 2017 Ufficio Stampa Evento

Parco Nord – Sesto San Giovanni (MI) – 13^ Alpin Cup

20 Nov, 2017 Fabio Maderna - Redazione Podisti.Net

Valencia (ESP) - 37^ Maraton Valencia

20 Nov, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Recensione scarpe: Brooks Levitate

17 Nov, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

9 atleti azzurri ai Campionati Mondiali Militari di Cross

30 Ott, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net

Ravenna – 19^ Maratona di Ravenna

13 Nov, 2017 Ufficio Stampa Evento

Lucca: la maratona, le mura e il buccellato

25 Ott, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Atletica incerottata verso Berlino

27 Ott, 2017 Sebastiano Scuderi

Imola (BO) – 1^ La Mezza Maratona d’Italia

30 Ott, 2017 Ufficio Stampa La Mezza Maratona d'Italia

Gallarate (VA) - 2^ Mezza Maratona di Gallarate

02 Nov, 2017 Antonio Puricelli

Recensioni scarpe: Salming enRoute

26 Ott, 2017 Giambattista Rota - Redazione Podisti.net

Bari – 5^ San Nicola Half Marathon

31 Ott, 2017 Ufficio Stampa Evento

Presentata la maratonina di Crema 2017

09 Nov, 2017 Ufficio Stampa Maratonina di Crema

New York : prima uscita a Central Park di Podisti.Net

03 Nov, 2017 Maurizio Lorenzini - Redazione Podisti.Net

Scandiano (RE) - 29^ Maratonina del Monte delle 3 Croci

12 Nov, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

Maratona di New York 2017: caricate nuove foto e video

11 Nov, 2017 Stefano Morselli - Redazione Podisti.Net

La FIDAL istituisce l’UCAS!

22 Nov, 2017 Rodolfo Lollini – Redazione Podisti.Net

Login Redazione

 

Foto Recenti