You are now being logged in using your Facebook credentials

Prima edizione di questa manifestazione che si svolge in un “fresco” sabato sera che allontana dalla calura della Capitale.

 

Al momento dello start ci saranno 30° gradi, ma se ne sentono dieci in meno data l’altura del paese e, soprattutto, la quasi mancanza di umidità.

 

Arrivo sul posto circa un’ora e mezza prima e il parcheggio della stazione, indicato dagli organizzatori, è già quasi tutto pieno; da qui, tramite due lunghe scale mobili e un tratto a piedi, si raggiunge il centro storico della cittadina, dove vi è il ritrovo; qui raggiungo un mio compagno di team, che ha già ritirato i pettorali.

 

Faccio un giro con lui, nell’attesa che arrivino altre due compagne di squadra, e dopo circa mezzora ritorno alla macchina per cambiarmi.

 

A poco più di mezzora dallo start torno su e, dopo una sosta bagno, facciamo un breve riscaldamento tutti insieme.

 

La gara si svolgerà su 4 giri da circa 2,250 km, il mio obiettivo è farla in progressione.

 

Si parte con un paio di minuti in anticipo, il primo tratto di circa 800 metri è in discesa e, soprattutto al primo giro bisogna fare attenzione a non scontrarsi; corro dei tratti sul marciapiede per avere più strada libera.

 

Cerco di non strafare, perché non conosco il percorso e perché devo “averne” per tutti e quattro i giri.

 

Il tratto in discesa è seguito da qualche centinaio di metri in falsopiano e da qui, con una doppia curva ad esse, inizia il tratto di salita un po’ impegnativa, che è di circa 7-800 metri; il primo km lo faccio a 4’01”, il secondo – con la salita - quasi a 4’35”.

 

Alla fine i km dispari, aiutati dalla discesa, li corro poco sopra i 4min/km; i km pari, con la salita, a quasi 5min/km, tranne il secondo.

 

Fortunatamente, all’apice della suddetta salita, è stato strategicamente posizionato un ristoro con  sola acqua, dove usufruisco per bagnarmi la testa e sorseggiare un po’d’acqua, in tutti e quattro i giri; da qui, si fanno circa 300 metri nelle stradine del centro storico, dove c’è tanto pubblico che ci incoraggia: concludo il primo giro in 9minuti e 22 secondi, ma sento che non riuscirò a mantenere questa andatura per tutti i quattro giri e decido di non strafare, soprattutto nel pezzoiniziale di discesa.

 

Nel tratto del centro storico supero il mio compagno di squadra, che è un po’ in difficoltà, cerco di difendermi in salita e di non esagerare in discesa.

 

All’inizio del terzo giro, cominciano i miei doppiaggi, lo scopo diventa non farmi doppiare, a mia volta, dai primi. Alla fine faccio un progressivo al contrario, dato che i parziali dei 4 giri saranno: 9’25” ,9’48”, 9’59” e 10’02”.

 

Concludo con il real time di 39’12” secondi alla media di 4’27”, classificandomi al 69° posto assoluto su 272 arrivati.

 

I vincitori risultano essere Alexandru Ciumacov (RCF Roma Sud), con il tempo di 30’09”, e - tra le donne- Eleonora Bazzoni (Runners Academy) con il tempo di 33’28”, 11^assoluta.

 

Una bella gara, ottimamente organizzata, con un lauto ristoro finale, discreto pacco gara e persino una medaglia da finisher.

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti