You are now being logged in using your Facebook credentials

Commenti e Opinioni

Morte di Ponzo alla Maremontana 2013: tutti assolti

16 Dicembre, 2017 Sebastiano Scuderi
Il 24 marzo 2013 si svolgeva sulle colline del loanese il Trail Maremontana “dalla sabbia alla neve”, su tre distanze, 60, 45 e 20 km, con un tempo da lupi tra pioggia e raffiche di vento. Purtroppo avvenne quello che nessuno vorrebbe mai capitasse: l’ ex…

Antidoping: positivo Lahcen Mokraji, sospeso in via cautelare

16 Dicembre, 2017 Pasquale Venditti - Redazione Podisti.Net / Sebastiano Scuderi
La Prima Sezione del TNA ha provveduto ad accogliere, in data odierna, un’istanza di sospensione cautelare proposta dalla Procura Nazionale Antidoping, in relazione all’atleta straniero Lahcen Mokraji (tesserato FIDAL), riscontrato positivo al Clenbuterolo a…

Torinesi, siete pochi: state a casa!

15 Dicembre, 2017 Sebastiano Scuderi
Tempi duri per il podismo torinese: la gara più importante di domenica 10 dicembre era senza dubbio la Royal Half Marathon di Enzo Caporaso, anche se nel 2016 aveva dovuto subire la concorrenza di Un Po di corsa, raggranellando solo 209 classificati contro i…

Mezza di Palmanova in calo: perché?

15 Dicembre, 2017 Gianni Panfili
Dopo un mese dallo svolgimento della mezza maratona di Palmanova (UD, 19 novembre), mi trovo a fare delle riflessioni sulla gara. Giunta ormai alla 15^ edizione, nata come una mezza tra le tante altre, piano piano ha trovato uno spazio importante nel mondo…

Cuneaz Lugano 2017 1 2

Francoforte 2016 batte Berlino 2017, 2:15:32 a 2:16:53.

Buongiorno René, se inizio così giro il dito nella piaga, oppure sei comunque soddisfatto, considerando tutto?

 

Ciao Maurizio, ecco forse il “considerare tutto” rende meno amaro il fallito attacco al record personale, ci sono state alcune circostanze che hanno reso più difficile l’impresa.

 

Si è parlato di condizioni meteo difficili, erano tali da rendere molto complicata la realizzazione di prestazioni top?

 

Si dice che quando si sta bene si corre forte comunque, e questo è vero, ma certamente il meteo non ha aiutato. Pioggerella che a tratti era pioggia vera e propria, vento spesso contrario, umidità … Diciamo che non erano le condizioni perfette per migliorarmi, ma ci ho provato. Ho azzardato un passaggio più forte in 15.30 ai 5 chilometri ma poi le gambe non erano al 100% cosi ho impostato il mio ritmo ma sono rimasto solo.

 

Ecco, raccontaci la tua gara, perché almeno fino alla mezza eri in linea col personal best.

 

Peccato che poi ci fosse un’altra mezza …. battute a parte, dopo essermi staccato dal gruppetto ha iniziato a piovere forte per alcuni km e sono rimasto solo. A metà potevo essere ancora in linea col personale ma sentivo di calare sempre di più. La parte più difficile è arrivata dal trentesimo chilometro, quando la strada tornava verso zona partenza/arrivo ed il vento soffiava contrario per una decina di chilometri. Gli ultimi 4 sono stati veramente difficili, ho dovuto lottare con crampi allo stomaco e conati di vomito.

 

Alla fine sei deluso o comunque non la giudichi una prova negativa?

 

In fondo direi di no, dopo tutto questo non credevo comunque di correre sotto 2 ore e 17 minuti. Proprio per questo nonostante la delusione non posso dire sia stata una sconfitta. Gli atleti davanti a me che puntavano alle 2h12’ hanno corso in 2h14’ e quelli da 2h14’ in 2h15’/2h16’ quindi siamo stati, penso, penalizzati anche da queste condizioni climatiche.

 

Pensi di riprovarci in un'altra maratona Autunno/Inverno?

 

Sicuramente dovrò prendermi la rivincita ma non so ancora quando. Col mio coach Giorgio Rondelli valuteremo come muoverci. Quest’anno ho esaurito tutte le ferie per puntare a Berlino, quindi sarà da valutare. Se mi concederanno dei permessi non retribuiti potrò riprovarci.

 

Però si può dire che i “colori” valdostani a Berlino siano stati davvero ben rappresentati.

 

Si, Catherine Bertone ha fatto qualcosa di spettacolare. Abbassare di quasi due minutiIMG 20170924 WA0005 un personale già straordinario, scendere sotto le 2h29’ e segnare il record del mondo W45 in una giornata così è veramente pazzesco. Chapeau! è un esempio per tutti noi giovani perché significa che con dedizione e costanza si possono raggiungere certi risultati.

 

Archiviata Berlino, mi pare che comunque il 2017 sia stata una buona annata dal punto di vista dei risultati agonistici, personale sui 5000 metri (14’30) e sui 10 k strada (29’57’’).

 

Si, posso essere contento perché ho corso bene nei cross, in pista con un buon 3000 ed il personale sul 5000 corso, anche questo, sotto una pioggia forte e senza 'treni'; su strada ci sono stati alti e bassi ma nell’insieme direi di essere soddisfatto anche per il primo sub 30 minuti nei 10 km alla TuttaDritta di Torino. Purtroppo mi è mancata una buona mezza nel periodo di forma e sono arrivato alla Maratona di Berlino non in formissima.

 

In termini di programmazione siamo già al 2018, cosa vedi?

 

Per il 2018 vedremo. Faccio un passo alla volta e vedrò la mia condizione fisica prima di fare troppi progetti.

Un grosso in bocca al lupo da parte mia e di tutta la redazione Podisti.Net. E che l’ultima foto di questo servizio sia di buon auspicio! 

Grazie, buon lavoro a voi tutti!

 

Cuneaz Francoforte 2016 2

     

facebook2 youtube2  googleplus33 instagram rss 

Classifiche recenti

There are not feed items to display.
  • Check if RSS URL is online
  • Check if RSS contains items

Login Redazione

 

Foto Recenti